LIBERA NATURA. patrocinata dalla Giunta Comunale l’iniziativa promossa da “Libera” e dalla Guardia Forestale - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

LIBERA NATURA. patrocinata dalla Giunta Comunale l’iniziativa promossa da “Libera” e dalla Guardia Forestale

Si svolgerà il prossimo 4 aprile a Suvignano, luogo simbolo, nel nostro territorio, per la battaglia contro le mafie, l’iniziativa Libera Natura promossa dal coordinamento senese di Libera, con il patrocinio del Comune di Siena.
All’appuntamento sportivo prenderanno parte circa 180 studenti della scuola media di Siena (S. Bernardino) e Monteroni d’Arbia (R. Fucini), impegnati in gare di staffetta, a conclusione di un percorso formativo sulla legalità che li ha visti impegnati in un progetto realizzato da Libera sport e Guardia Forestale.
Un impegno, quello promosso da Libera, fin dal 1995, anno della sua costituzione, profuso senza risparmio di energie, con l’obiettivo di stimolare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Ne è un esempio Libera Sport per la promozione di una cultura non incentrata nel conseguimento della vittoria, bensì nella socializzazione e svago. Così come Libera Terra, che con un nuovo utilizzo di terreni sottratti alla mafia carica di valore sociale gli obiettivi raggiunti e di valore qualitativo i prodotti e i servizi offerti.
Ed è proprio in questo contesto che si colloca, per la Toscana, l’iniziativa del 4 aprile a Suvignano (Monteroni d’Arbia), una proprietà del boss mafioso Vincenzo Piazza sequestrata nel 1994 e confiscata nel 2007. Un’azienda dove oggi si producono cereali con il marchio Agriqualita, foraggio, olio Dop e legno, oltre ad un importante allevamento di suini. Insieme alla Toscana, come avviene ogni anno, Libera ha scelto, per questa quarta edizione, altre tre regioni: il Veneto, la Basilicata e la Sicilia, dove, in altrettante realtà patrimoniali tolte alle mafie, saranno realizzati specifici programmi di sensibilizzazione. In parallelo, infatti, alla giornata dedicata allo sport i ragazzi hanno seguito percorsi didattici dove sono intervenuti anche gli atleti delle diverse discipline del Gruppo sportivo Forestale, per illustrare l’importanza dell’etica sportiva e di una sana alimentazione.
Per la giornata di staffetta sia i testimoni sia le medaglie, che verranno consegnati ai ragazzi, sono realizzati con il legno dei barconi abbandonati a Lampedusa durante i tanti sbarchi che vedono arrivare nel nostro Paese persone in cerca di aiuto in fuga da guerre e da condizioni di vita impossibili. Un significato forte trasmesso, anche, attraverso semplici oggetti.