Aree peep: trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà e soppressione dei vincoli del diritto di proprietà nella mozione di P... - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

Aree peep: trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà e soppressione dei vincoli del diritto di proprietà nella mozione di Peluso e Dore approvata dal Consiglio

Il Consiglio comunale oggi ha approvato la mozione presentata da Orazio Peluso (Forza Italia) e Davide Dore (Lega) che, per le aree Peep, hanno chiesto la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà e la soppressione dei vincoli del diritto di proprietà. Peluso ha, infatti, ricordato all’Aula che la normativa in essere prevede, per i Comuni, questa possibilità e che, con deliberazione del Consiglio comunale n. 107 del 26.4.05, l’Amministrazione ha promosso detta operazione, approvando specifico progetto operativo, successivamente aggiornato in più occasioni. Per questi motivi ha chiesto <<l’impegno del sindaco e della giunta affinché, avvalendosi delle facoltà concesse dalla Legge n. 448/1998, promuovano, per tutti i proprietari di alloggi di edilizia economica e popolare presenti sul nostro territorio, una nuova iniziativa volta a trasformare il diritto di superficie in diritto di proprietà e a sopprimere definitivamente quei vincoli convenzionali gravanti sugli alloggi costruiti su aree cedute in diritto di proprietà antecedentemente all’entrata in vigore della L. 179/1992>>. In sintesi <<agevolare i cittadini delle fasce meno abbienti al pieno diritto di proprietà del proprio alloggio, avendo cura di prevedere: la totale autonomia del proprietario dell’alloggio rispetto alle scelte degli altri condomini; che gli atti oggetto di rimozione siano stipulati direttamente dal Segretario comunale, in modo da lasciare a carico dei cittadini aderenti, le sole spese per diritti di segreteria, imposta di registro e tassa ipotecaria; riduzione del 10% sul totale da corrispondere per coloro che aderiranno entro 12 mesi; proporre agli istituti di Credito del territorio di mettere a punto particolari condizioni creditizie per prestiti a tassi agevolati; dare massima diffusione alla nuova procedura di rimozione dei suddetti vincoli e prevedere comunicazioni informative per i potenziali destinatari dell’iniziativa>>.

Ufficio Stampa Comune di Siena